I lampi radio veloce, o fast radio bursts, in inglese, sono fenomeni altamente energetici. Si presentano come emissioni estremamente brevi, nell’ordine dei millisecondi, di onde radio. La loro origine è perlopiù sconosciuta, sebbene siano state presentate alcune teorie. Le ipotesi includono fenomeni astrofisici naturali, ma anche eventuali fonti artificiali. I profili radio dei lampi, assieme allo studio della loro lunghezza d’onda, permette di risalire all’origine approssimativa. Una caratteristica di questi lampi radio veloci è infatti la loro provenienza, spesso esterna alla via lattea.

 

Il radio telescopio CHIME: dallo studio del proto-universo ai lampi radio

 

Il radio osservatorio CHIME è stato ultimato nel 2017 allo scopo di osservare l’accelerazione dell’universo. L’obiettivo principale del telescopio è infatti osservare come si comporta l’antimateria, e permetterci di osservare i primi periodi di vita dell’universo. Il radio osservatorio è infatti sensibile a onde radio di 21 cm emesse dalle nubi di idrogeno in altre galassie. Ottenendo la distribuzione di idrogeno nell’area di osservazione, si può infatti generare una mappa 3D della struttura che l’universo aveva tra i 2,5 e 7 miliardi di anni dopo il big bang. Questa avanzata tecnologia è però anche sensibili all’energia dei lampi radio veloci, che vengono rilevati con estrema efficienza.

 

Una parte del radiotelescopio CHIME, in Canada fonte

I lampi radio veloci multipli: naturale, artificiale, o divino?

 

Tra i numerosissimi lampi radio veloci rilevati dal radio telescopio fino ad ora, è presente anche un evento di lampo radio veloce multiplo. Un lampo radio veloce viene detto multiplo quando viene captato proveniente dallo stesso punto almeno 5 volte. La stragrande maggioranza delle volte fenomeni molto volatili, provenienti da varie parti dell’universo. La presenza lampi radio veloci multipli è la dimostrazione che non possono venire da un singolo fenomeno catastrofico, come si pensava. I lampi radio veloci multipli, infittiscono il mistero dietro la loro origine. Possono addirittura far pensare ad una emissione deliberata di tipo artificiale. È possibile infatti che possano essere usati come mezzi di comunicazione interstellari, sebbene siano eventi estremamente energetici.

 

I lampi radio veloci sono probabilmente tra i fenomeni ancora per nulla chiari della nostra cosmologia. Non è noto che tipo di evento possa provocarli, né si sa nulla sulla loro origine. La loro osservazione attraverso radiotelescopi come il CHIME canadese, però, può dare un’idea più chiara di come sia fatto il nostro vicinato intergalattico. Attraverso lo studio della loro conformazione, infatti, stanno nel corso degli anni fornendo numerose informazioni sulla conformazione del nostro vicinato intergalattico. La misteriosità dietro l’origine dei lampi radio veloci, lascia spazio alla fantasia e al paranormale. Potrebbe forse essere un avanzato sistema di comunicazione alieno da galassie limitrofe? O potrebbe essere la manifestazione di qualche essere soprannaturale? Fino a che il mistero dietro i lampi radio veloci non sarà risolto, non avremo risposta a queste domande.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteLo spaventabarboni di Trieste, ecco la nostra lotta contro la povertà
Prossimo articoloQuando il futuro incontra la tecnologia: i microcomputer che cambieranno il futuro
Avatar
Laureato in scienze biologiche. Scrivo di biologia, medicina, occasionalmente fisica e problematiche varie. Eclettico e con una passione per la divulgazione. Cerco di scrivere in modo che tutti possano comprendere almeno il messaggio fondamentale dell'articolo, senza essere del settore e senza scendere troppo nei tecnicismi, cercando allo stesso tempo di non sacrificare l'accuratezza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.