Vi è mai capitato di aprire la vostra bacheca di Facebook e di aver dimenticato il perché lo avete fatto o cosa cercavate ? Vi è mai successo di utilizzare il vostro smartphone per strada e di fissarlo intensamente , e di rialzare la testa ma senza riuscire ad orientarvi ? O non di riuscire a capire come siete arrivati fin lì? O peggio, vi è mai capitato di dover leggere un articolo online e di fermarmi alla decima riga perché non mantenere l’attenzione sembra essere una fatica ? Vi siete mai accorti di avere particolari calli sul mignolo che ricordano la forma del vostro cellulare? In media trascorriamo dalle 4 alle 7 ore al giorno a fissare il cellulare , passando dalle due alle quattro ore a messaggiare per un totale di 2.600 tocchi allo schermo ,in media prendiamo in mano lo smartphone tra le 150 e le 200 volte al giorno e in genere, al giorno vengono scattati circa 93 milioni di selfie in tutto il mondo.Secondo uno studio, almeno il 73% delle persone provano forti ansie se perdono il loro telefono e questa sensazione dura finché non l’hannotrovato.Si inizia dalla mattina presto utilizzando la sveglia del dispositivo , per poi passare ad utilizzarlo durante la pausa caffè o il pranzo, ci connettiamo ogni giorno quando rientriamo da lavoro o dall’Università per leggere le ultime novità e terminiamo la nostra giornata scrollando la home di Facebook o ritrovandoci ad utilizzare il cellulare per ore senza rendici conto. Ogni giorno siamo tempestati di notizie, informazioni, materiali multimediali che ci fanno sentire al centro dell’evoluzione della vita, che ci permettono di entrare in contatto con il mondo intero. Lo smartphone è senza ombra di dubbio una delle tecnologie più diffuse ed utilizzate e per quanto possano essere tanti, tantissimi gli utilizzi intelligenti del nostro fidato amico molto spesso ci ritroviamo a guardare video sui gatti , o il selfie del nostro amico del liceo o meglio il nuovo post di nostra zia e molte altre attività stupide che sterilizzano il vero potere del cellulare rendendolo solo un nuovo modo per spiare gli altri. Per quanto possa essere utile ed indispensabile per far sì che l’uomo sia al centro e che sia sempre informato , l’utilizzo improprio del cellulare può essere molto dannoso per la nostra salute. Diversi studi sono stati condotti al fine di trovare dei collegamenti tra l’uso eccessivo dello smartphone e diversi disagi sia psichici che fisici che esso può causare. Al momento non c’è ancora nessuna ricerca che abbia fornito le prove schiaccianti dei problemi da esso causato ma molti ricercatori hanno individuato diversi disturbo che sono derivati dall’utilizzo improprio dello smartphone.

I danni al corpo

Secondo uno studio condotto dal professor Hansraj ,che ha misurato il peso sulla colonna legato alle varie inclinazioni del capo (dai 15 ai 60 gradi) , il nostro amore per i cellulari ha permesso che incrementasse il numero di giovani con problemi alla schiena: l’ammontare del tempo passato a guardare in basso può porre sotto pressione la nostra colonna vertebrale. Fissare lo schermo può imprimere una pressione di circa 27 kg al rachide cervicale che viene sottoposto ad un sovraccarico eccessivo ed ad uno stress ripetuto. Piegando troppo il collo si rischia di assumere una posizione scorretta per circa 1400 ore l’anno.

Si chiama invece “text claw”  un termine non ufficiale per descrivere quando il dito trema dopo aver costantemente scrollato o messaggiato senza sosta. L’uso del cellulare può causare delle infiammazioni ai tendini e malgrado sembri che solo il pollice svolga tutto il lavoro non significa che la mano non risenta dello sforzo compiuto. Un effetto invece è legato al nostro stile di vita : l’utilizzo degli smartphone induce ad avere vita sedentaria. In genere ,il 60% della popolazione mondale compie attività motorie insufficienti aumentando il rischio di obesità che può comportare la comparsa di malattie cardiovascolari.

Gli effetti sul cervello

Gli schermi dei nostri cellulare ci appaiono essere molto luminosi persino durante un giornata soleggiata, di notte però questa luminosità può essere davvero dannosa per il nostro sonno ed è per questo che guardare il telefono prima di andare a dormire è una pessima idea. Il nostro corpo segue un ciclo per il quale riesce a stare sveglio durante il giorno e dormire di notte.La luminosità dei nostri telefoni può “confondere” il nostro cervello. Il nostro schermo è luminoso quanto un raggio solare e permette che il cervello smetta di produrre melatonina , l’ormone che ha il compito di regolare il ciclo sonno-veglia, disturbando il nostro sonno inducendo una sorta di jet lag . Anche i nostri occhi soffrono dell’accecante schermo infatti uno studio condotto dalla American Macular Degeneration allarma sui disagi causati sulla retina dall’elevata luminosità dello schermo invogliando a non utilizzare il telefono prima di andare a dormire .

Alcuni ricercatori della Colombia University hanno identificato una nuova condizione il “Google Effect” dimostrando tutte le conseguenze dell’aver a portata di mano qualsiasi informazione. Il gruppo ha condotto quattro esperimenti che hanno dimostrato che il nostro processo di memorizzazione si sta adattando alle nuove tecnologie : “è come se noi ricordassimo meglio dove l’informazione è stata presa che l’informazione stessa, è come se fossimo imprigionati in quello che Google conosce rispetto a quello che realmente conosciamo” ha citato un ricercatore. Diversi studi stanno invece cercando di capire se l’utilizzo degli smartphone possa incrementare lo sviluppo di malattie tumorali : siamo costantemente bombardati da radiazioni elettromagnetiche che interagiscono quotidianamente con il nostro organismo e possono metterlo in serio pericolo. Come dimostra un esperimento condotto su 2500 ratti che, esposti alle radiazioni hanno dimostrato un lieve aumento di gliomi (tumori cerebrali maligni) ma nessuno studio ha rilevato una correlazione con il nostro organismo.

 

L’utilizzo improprio dello smartphone può essere davvero dannoso per la nostra salute e per il nostro stile di vita. Trattare il cellulare come se fosse il nostro migliore amico ed impersonificarlo non è la scelta migliore . Oggi è indispensabile essere in contatto con il mondo e i nostri cellulari ci garantiscono proprio l’accesso a questa grande rete. Spesso lo smartphone rappresenta una persona a noi lontana, che non vediamo da tempo, ed utilizzarlo ci permette di entrare in contatto con molte persone. Tuttavia, utilizzarlo costantemente non è salutare. Il nostro cellulare non deve rappresentare l’unica ragione di vita ed ancora di salvezza perché utilizzando costantemente può mettere seriamente a rischio la nostra salute.Le persone prima del cellulare. Per favorire il non utilizzo è consigliabile adottare delle strategie che possano allontanarvi dai bei colori dei social network (per esempio, abbassare la luminosità dello schermo) oppure silenziare il telefono durante le ore di studio. Non fatene del telefono la vostra unica ragione di vita e delle storie di Instagram o dei nuovi post su Facebook il vostro pane quotidiano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.