«Orandum est ut sit mens sana in corpore sano.» Giovenale, Satire, X, 356

tipi di sportLa massima di Giovenale non può essere più vera: bisogna pregare affinché ci sia una mente sana in un corpo sano, poiché non tutti hanno la fortuna di godere di ottima salute. Mente e corpo sono strettamente collegati e, quando funzionano, bisogna preservarli. L’essere umano è una macchina -quasi- perfetta che deve essere curata anche attraverso l’esercizio. Mantenersi in forma è un requisito che non può mancare se si vuole godere di una vita felice sotto tutti i punti di vista. Lo sport, insieme alla meditazione, è uno strumento assolutamente valido e del tutto naturale per combattere lo stress, la rabbia e l’ansia, sentimenti che, al giorno d’oggi, sono quelli che si sperimentano più frequentemente, in un mondo che ormai va così veloce che si fa fatica a stargli dietro. Muoversi di meno, o non muoversi affatto, infatti, a lungo andare può provocare patologie tra le quali si ritrovano la cattiva circolazione sanguigna, l’obesità e, in alcuni casi, addirittura la depressione. Sembra un’esagerazione? In realtà non lo è affatto e si può dimostrare con un paio di esempi.

Meditare per capire sè stessi

La chiave per una buona salute è anche un’ottima percezione di sè. Conoscere noi stessi, i nostri limiti e le nostre paure ci aiuta a fare pace con la nostra condizione di irrimediabili e fragilissimi esseri umani. praticare yogaLo afferma Toni Roberts, un terapista yoga specializzato in problemi di salute mentale: la meditazione yoga è un valido mezzo per capire davvero, e fino in fondo, ciò di cui abbiamo bisogno. Focalizzarsi sul proprio respiro, sul presente e sui propri bisogni attiva una risposta da parte del Sistema Nervoso Parasimpatico, quella parte del cervello che si occupa della risposta vegetativa. Il Parasimpatico stimola la quiete, il relax e l’immagazzinamento di energia. Insomma, lo yoga agisce in maniera più profonda di quanto ci si aspetti ed è considerata una delle attività che scongiura con maggior efficacia i sintomi della depressione. 

Pugilato «Hic et Nunc»

Il pugilato, per quanto sembri uno sport violento, crudo e fine a sè stesso, è uno degli sport più meditativi che esistano.

monaco shaolin
Un monaco del tempio Shaolin pratica pugilato buddhista

Affonda le sue radici anche nella cultura buddhista, essendo praticato dai monaci dei tempio Shaolin nella provincia di Henan, in Cina. Il pugilato integra l’interno con l’esterno, il corpo con la mente: lo scopo è quello di concentrare la massima potenza nei muscoli, mentre la mente deve rimanere concentrata e scattare al momento giusto. Praticare il pugilato implica una conoscenza profonda di sè, una concentrazione sull’azione che si sta andando a compiere lasciando indietro i sentimenti e concentrandosi sull’«Hic et Nunc»: Qui e Ora. Tutto è calibrato, non c’è spazio per gli eccessi. Il pugilato, dunque, è l’esempio perfetto del connubio fra armonia ed equilibrio, delle virtù che devono essere sempre presenti nella vita di ciascuno. Senza l’equilibrio, del resto, non può esistere la pace interiore. 

E dal punto di vista scientifico cosa succede?

Droghe positive per il corpo

Le Endorfine sono degli Oppiacei Endogeni che hanno un effetto molto particolare sull’organismo. Vengono prodotte a livello dell’Ipofisi, la ghiandola pituitaria, e sono un vero toccasana di cui madre natura ci ha dotato:le Endorfine, infatti, sono responsabili dell’allegria e della voglia di fare, ci fanno sentire più vivi, ci fanno amare la vita. Il loro effetto è quello che simulano i farmaci e le droghe, tuttavia, con un effetto tutto naturale e decisamente salutare. endorfine
Insomma, più Endorfine in corpo significano più felicità, relax, una minore percezione del dolore e un più frequente ottimismo. Come viene stimolata la produzione di questi ormoni? Attraverso l’attività fisica, mangiare cibo gradevole, ridere e anche facendo l’amore. Le Endorfine sono maggiormente presenti negli individui che praticano regolarmente attività fisica, provocandogli così un “Effetto Doping”: per questo motivo, chi pratica sport, ci rinuncerà con più fatica sentendone bisogno!

 

Lo sport, dunque, è un’attività che non si limita solo a mantenere in salute il corpo. Tantissime altre attività come, per esempio, fare jogging, pilates o semplicemente allenamento, stimolano la mente sotto tantissimi punti di vista, intrecciandosi con lo sport stesso. Essere attivi contrasta l’invecchiamento neuronale e quindi sarà più difficile contrarre malattie neurodegenerative, stimola la crescita stessa del cervello e difficilmente si risentirà del malumore. Insomma, lo sport ci aiuta ad essere belli sia dentro che fuori!

Alice Tomaselli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.