Kevin Crumb è il protagonista del flim Split uscito nel 2017 e diretto da M. Night ShyamalanSplit si ispira alla reale storia di Billy Milligan, un criminale statunitense affetto da disturbo dissociativo dell’identità, il quale aveva ben 24 personalità distinte.Definiamo prima questo disturbo per poi andare ad osservare le singole personalità di Milligan.

SPLIT

Il Disturbo dissociativo dell’identità (DID)

Il Disturbo dissociativo dell’Identità (DID), conosciuto precedentemente “disturbo da personalità multiple”, è definito dal DSM-5 come “disgregazione dell’identità da cui scaturisce la presenza nello stesso individuo di due o più stati di personalità distinti accompagnata da una serie di segni e sintomi che comprendono un’importante discontinuità nella percezione di sé e delle proprie azioni, alterazioni nell’affettività, nel comportamento, nella coscienza, nella memoria, nella percezione, nelle capacità cognitive  e nel funzionamento del sistema sensitivo e motorio”. La prevalenza del DID si attesta tra 1% e il 6% della popolazione generale ed è presente nel 90% in soggetti di sesso femminile. Questo disturbo è tra i disturbi disturbi dissociativi quello con la più forte associazione a eventi traumatici, quali possono essere eventuali abusi o la perdita dei genitori (80-90%). L’insorgenza tenta di essere spiegata come la combinazione tra una predisposizione dell’individuo alla dissociazione, all’autoipnosi e un evento traumatico. Il numero di personalità varia, da 2 a più di 100 (con una media di 12). La transizione tra la personalità dominante, l’host, e l’alter è spesso improvvisa e precipitata da uno stress psicosociale, dall’ipnosi o dall’uso di farmaci. Il ritorno alla personalità dominante ha come caratteristiche una cefalea molto intensa e l’amnesia per azioni, parole e pensieri dell’alter. L’alternanza può essere continua o episodica. Classicamente l’host non ha consapevolezza degli alter, mentre le altre identità si e usualmente questi ultimi si presentano con caratteristiche differenti dalla personalità dominante. Possono avere molte aspetti differenti, quali nome, età, sesso, razza, possono differenziarsi anche nella voce, nell’accento e nella grafia, così come anche il carattere. L’alter inoltre può esprimere sentimenti di amicizia o di inimicizia verso l’host, inimicizia che può tradursi con comportamenti autolesionisti. E’ spesso presente un alter di tipo infantile.
SPLIT
Split è ambientato a Filadelfia e narra le vicende di Kevin Crumb, persona affetta dal disturbo dissociativo dell’identita, insorto probabilmente a causa di una infanzia molto problematica. Negli anni la psichiatra Karen Fletcher riesce a delineare bel 24 personalità distinte. Il caso di Milligan, dal quale il film si ispira, è stato di grande importanza, in quanto per la prima volta viene riconosciuto il disturbo dissociativo dell’identità e, nonostante la colpevolezza, egli viene assolto in quanto affetto da una patologia mentale che non lo rendeva responsabile delle azioni compiute. Analizziamo ora le 24 personalità di Milligan, quest’ultime possono essere suddivise in sottocategorie.
I dieci
 William Stanley Milligan: 26 anni, è l’identità centrale, quella originale. Personalità che subisce abusi da parte del patrigno. Resta spesso sopito a causa di un tentativo di suicidio.
Arthur: 22 anni, conserva l’accento britannico e assieme a Ragen è una delle personalità dominanti. Sono loro a scegliere chi deve prendere il controllo.
Ragen Vadascovinich: 23 anni, è il guardiano della rabbia. E’ una personalità possibilmente violenta, poiché esperta di karate, ma è anche quella che deve proteggere le altre identità, questo grazie alla sua capacità di controllare e concentrare l’adrenalina e le secrezioni tiroidee.
Allen: 18 anni, il manipolatore. E’ una personalità che interagisce con l’esterno, che costruisce relazioni sociali. E’ l’unica personalità a fumare sigarette.
Tommy: 16 anni, è un mago della fuga, grazie alla capacità di controllare i muscoli e le ossa delle mani.
Danny: 14 anni, ha due fobie incontrollabili: quella per gli uomini (poiché emergeva durante gli abusi, subendoli al posto di Billy) e quella per la terra (nata quando il patrigno costrinse Billy a scavarsi la fossa per poi seppellirlo vivo).
David: 8 anni, è il guardiano del doloro, egli emerge infatti quando Billy viene ferito, per assorbire tutto il dolore e risparmiarlo agli altri. E’ proprio lui che svela la presenza delle varie personalità alla psichiatra, rompendo il patto stretto con le altre identità.
Christene: 3 anni, è chiamata la bambina dell’angolo, perché a scuola veniva spesso messa in castigo. E’ la prima personalità ad emergere (emerge quando Billy aveva 4 anni).
Christopher: 13 anni è il fratello di Cristene
Adalana: 19 anni, lesbica, è timida ed è l’unica personalità in grado di sostituirsi alla personalità “attiva”. E’ lei che materialmente commette gli stupri per sopperire al suo bisogno di essere amata. Una volta scoperta da Arthur viene bandita, entrando a far parte degli indesiderabili.
SPLIT

Gli indesiderabili: sono le personalità bandite da Arthur, in quanto pericoloso per la libertà e la sopravvivenza delle altre. Hanno un divieto categorico di “uscir fuori”, ma appena ne hanno l’occasione, ne approfittano.

Philip: 20 anni è un delinquente, spaccia e assume droga. Si dedica alla pulizia delle aree di sosta dagli omosessuali.
Kevin: 20 anni anch’egli delinquente, spaccia e assume droga.
Walter: 22 anni, viene bandito poiché uccide un corvo nel bosco, violando la regola di non uccidere animali
April: 19 anni, ha un unico pensiero fisso: torturare e uccidere il patrigno, per vendicarsi di tutto il dolore causato a Billy.
Samuel: 18 anni, ebreo, è l’unico credente. Infrange quinta regola comportamentale.
Mark: 16 anni, svolge i lavori manuali.
Steve: 21 anni, viene bandito in quanto a causa del suo comportamento, porta Billy a trascorrere alcuni giorni il cella di isolamento.
Lee:  20 anni, emerge per la prima volta nel riformatorio di Lebanon. Bandito perché finiva col crearsi inimicizie e guai.
Jason: 13 anni, è la valvola di sfogo di Billy.
Robert: 17 anni, viene bandito perché attua comportamenti pericolosi per la salute di Billy.
Shawn: 4 anni, sordo, emette un ronzio con la bocca per sentirne le vibrazioni in testa. E’ la seconda personalità ad emergere.
Martin: 19 anni, viene bandito perché assume atteggiamenti da sbruffone, superficiale e snob.
Timothy: 15 anni.
Il Maestro
Il Maestro: 26 anni, è la fusione di tutte le personalità. E’ il vero Billy Milligan.

                              Julia Trifiletti

CONDIVIDI
Articolo precedenteDono di Natale e non solo, come sfuggire a un obbligo “paradossale”
Prossimo articoloArrendersi o non arrendersi? Melancholia e l’impotenza appresa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.