Il Novecento deve molto a Marx, Nietzsche e Freud e la spiegazione secondo la quale possano essere messi assieme nonostante la differenza di pensiero è stato affidato alla storica inglese Bettany Hughes in collaborazione con Netflix. Il contenuto non è certamente all’ultimo grido, la serie connessa alla precedente collection “Genius of the ancient World”, è stata prodotta nel 2016 ma rappresentò il salto di qualità della piattaforma firmata Reed Hastings e Marc Randolph.

Netflix

L’azienda fu fondata nel 1997 in California, negli stessi anni di Amazon e di tante altre società che oggi rappresentano l’innovazione tecnologica del XXI secolo. Prima contribuiva al mercato di vendita e prestito di dvd, iniziando a mano a mano con contenuti on-line. Verso la metà del primo decennio del duemila con l’ampliamento in grado e in efficienza della rete, iniziò ad incrementare gli utili producendo contenuti originali. Per la prima volta il mondo cinematografico ebbe concorrenza, un po’ come Elon Musk con SpaceX nei confronti della NASA. Oggi Netflix è in prima linea con la produzione di film pluripremiati ai Festival come quello di Venezia con “Su la mia pelle” e “Roma”.

Marx, Nietzsche, Freud

Bettany Hughes indaga su le loro idee rivoluzionarie e l’idea di fondo nel documentario sottolinea il contingente insuccesso dei tre pensatori nella loro epoca, in contrasto con l’elevata rivalutazione avvenutasi nei decenni successivi.

Marx, nato da una ricca famiglia prussiana, divenne un radicale idealista, costantemente in fuga per la sua scrittura politica. Formulò un’incendiaria analisi sul capitalismo e seppur le sue idee avrebbero generato una delle ideologie più influenti e divergenti della storia, basandosi sull’opinione di esperti e su nuove prove, Bettany rivela l’uomo in carne e ossa con le proprie contraddizioni e insuccessi.

Niesczthe invece con le sue idee intransigenti e spesso brutali ha frantumato le confortevoli presupposizioni e presupposti di religione, moralità e scienza. Il suo era un mondo non solo privo di Dio ma quasi senza umanità. Bettany Hughes va alla ricerca delle credenze di un uomo il cui lavoro è tra i più manipolati e fraintesi nella storia filosofica, dovuto allo stile spesso ambiguo e multiforme dello stesso filosofo. Un’altra idea infatti costantemente presente e ripetuta sottolinea, come il loro genio fu spesso traviato e mal interpretato, prova della loro genialità e precocità nella visione dell’uomo futuro.  

Infine Freud, forse il meno soggetto agli scempi sopra citati ma sicuramente un rivoluzionario rimane: padre della psicoanalisi e pioniere nello studio della mente umana. I metodi psicoanalitici di Freud hanno affrontato questioni emotive, raramente discusse anche nel 19 ° secolo. Parlare con i suoi pazienti, ha ispirato la sua comprensione radicale della mente inconscia, come un deposito di emozioni represse nascoste e desideri irrazionali primitivi. 

Ai giorni nostri

Oggi però che cosa ne rimane? Forse di Marx poco rispetto al secolo precedente, e Freud con la sua psicoanalisi non è di certo in prima linea nell’analisi della psicologica contemporanea. Nietzsche però può ancora tenere testa ai tempi. Infatti, non solo molte delle sue idee previdero i nostri tempi: dalla desacralizzazione del credo religioso, all’ultimo uomo – cioè colui che preso dalla vita mondana e dal nichilismo passivo cerca di accettare il mondo credendosi potente e superiore – ma addirittura alcuni aspetti della sua filosofia vanno ancora oltre l’uomo contemporaneo e forse non vedranno mai la luce come l’Oltreuomo o la teoria dell’eterno ritorno dell’identico.

Comunque sia un pensatore non deve essere valutato dal presente, ma dalle influenze passate. Il cambio di mentalità non è un numero o un dato scientifico e oggettivo, ma si dilata nel tempo e mostra i suoi effetti a lungo raggio. A distanza di duecento anni lo possiamo dire con certezza: il mondo lo cambiarono e di conseguenza anche noi indirettamente.

Simone Pederzolli

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.