Se c’è un gesto che accomuna tutte le persone è la risata. Quando ci si diverte infatti è normale dimostrare la propria felicità in vari modi, ad esempio ridendo di gusto, oppure con un semplice ma eloquente sorriso. Dinamiche simili si possono incontrare anche nel regno animale, per quanto non siano delle risate vere e proprie.

I delfini emettono dei suoni particolari per indicare il proprio divertimento

Risate animalesche

Ci sono alcune specie animali che producono dei suoni particolari per manifestare la propria gioia, come se stessero ridendo. I delfini in questo senso sono un esempio eccezionale. Questi animali infatti emettono dei cigolii seguiti da un fischio per indicare un contesto non aggressivo o comunque giocoso. Anche gli scimpanzé ridono, anzi, la loro risata è quella più simile alla nostra. Nell’uomo però il suono è più melodico, mentre negli scimpanzé ci sono più sbuffi di fiato. Un esempio molto curioso invece è dato dai ratti. Studi condotti in laboratorio infatti hanno dimostrato che essi emettono degli ultrasuoni quando vengono solleticati o se giocano con altri individui. Addirittura quando lo stimolo cessa cominciano a squittire più forte, come se ne volessero ancora.

Il kookaburra ha un verso che sembra una risata

Non tutte le risate sono uguali

Alcune specie animali emettono dei suoni molto simili a delle risate che in realtà hanno funzioni diverse. L’esempio più classico è la iena maculata. Questa specie infatti è entrata nella cultura di massa perché sembra ridere, ma la funzione del suo verso è differente: normalmente si tratta di un richiamo per i membri del suo branco, poiché si tratta di animali molto gregari. Può anche essere un segnale per la caccia, poiché la iena maculata non si nutre solo di carogne. Un altro caso curioso è il kookaburra, presente in Australia e Nuova Guinea. Si tratta di un uccello che emette un richiamo estremamente simile alla risata umana, ma anche in questo caso la funzione è diversa.

Ridere aiuta l’uomo a stemperare la tensione e a creare coesione sociale

Il ruolo della risata nell’uomo

L’uomo ride spesso e volentieri per tante ragioni. Innanzitutto ridere aiuta a rilassarsi, ad esempio dopo aver passato una giornata impegnativa sul posto di lavoro. È molto piacevole infatti distendere i propri nervi guardando, per esempio, un film comico o una serie televisiva divertente. La risata inoltre ha un ruolo importante nella coesione sociale delle persone. Basti pensare a quando si esce con gli amici: è inevitabile raccontarsi aneddoti divertenti e riderne tutti insieme. In questo modo le persone hanno la possibilità di fare gruppo. Anche nel corteggiamento è importante saper far ridere, poiché l’altra parte facilmente apprezza le persone divertenti.

I Simpson sono tra le serie di stampo umoristico più popolari (fonte: Wired)

La risata nella cultura di massa

Poiché ridere è molto importante e istintivo, non è difficile imbattersi in opere di stampo umoristico. I film comici di una volta, per esempio, se guardati adesso mettono in risalto un tipo di umorismo diverso e fanno capire quanto la risata sia radicata nella nostra cultura. Per quanto riguarda le serie televisive invece si possono citare innumerevoli esempi: basti pensare a I Simpson, Happy Days, Friends e Scrubs, solo per elencarne alcune. Ad ogni modo anche nella letteratura i casi non mancano: alcuni esempi sono Bar Sport di Stefano Benni, Tre uomini in barca di Jerome Klapka Jerome oppure Fantozzi di Paolo Villaggio, noto soprattutto per i film che lo vedono protagonista. In questo modo abbiamo tanti tipi di umorismo e la risata nasce per motivi diversi tra loro.

Patch Adams ricorre sempre alla risata nelle cure mediche e ha reso famosa la clownterapia (fonte: BariToday)

Ridere è anche una risorsa medica: la clownterapia

I benefici della risata sono stati dimostrati anche in campo medico. Ecco perché col tempo ha preso sempre più piede la clownterapia, ovvero la terapia del sorriso. Nata già nel Seicento grazie ad Angelo Paoli, sacerdote carmelitano beatificato di recente, col passare degli anni ha acquisito sempre più importanza, tanto da vedere i primi professionisti del settore nel 1986. Ad oggi infatti esistono diverse associazioni di volontariato dedicate a questo tipo di attività, portando un sorriso nelle strutture ospedaliere o che comunque presentano situazioni di disagio. I pazienti traggono molto giovamento da questa terapia, che fornisce un ottimo supporto alle cure mediche. La risata quindi fa bene a tutti, e poterne usufruire è meraviglioso.

Matteo Trombi

CONDIVIDI
Articolo precedenteTutto quello che Renzi, Salvini e Di Maio non vi hanno mai detto sull’immigrazione
Prossimo articoloLa fobia: una risorsa per la sopravvivenza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.