Che lo si ammetta o no, spettegolare è un’attività che piace alla maggior parte di noi. Sembra che fare del sano gossip con le proprie amiche non solo giovi alla salute del cervello, ma anche alla società.

Spettegolare degli altri è una cosa che piace, inutile negarlo. Che si parli di persone famose oppure del proprio vicino di casa, fare gossip sembra far bene al nostro cervello, soprattutto alle nostre sinapsi. Inoltre quest’attività era presente fin dall’antichità ed ha sempre fatto parte del tessuto connettivo della società, per questo sembra far bene anche a quest’ultima.

Il gossip fa bene a livello psicologico

Un recente studio condotto dalla South China Normal University con la risonanza magnetica sembra aver dimostrato che spettegolare faccia bene alla nostra salute cerebrale. Più precisamente il gossip è correlato alla negatività delle notizie e delle informazioni che ascoltiamo. In altre parole ci sentiamo più a nostro agio quando veniamo a conoscenza di fatti negativi. Questo trova il suo fondamento nel famoso detto ‘mal comune mezzo gaudio‘, ovvero trovare conforto e piacere nel sapere che neppure agli altri le cose stanno andando per il verso giusto. Alcune persone però provano un’intensa felicità nel venire a conoscenza delle sfortune altrui e questo fenomeno è definito come schadenfreude (un termine tedesco).

gossip
Sparlare di qualcuno produce molti benefici sia a livello psicologico sia a livello sociale.

Altre conferme su quanto il gossip faccia bene arrivano anche dall’Università del Texas e dell’Oklahoma, il cui studio ha fatto notare che effettivamente sparlare di qualcuno faccia bene ai due interlocutori. I due infatti si sentiranno più uniti e più vicini, avendo la sensazione di far fronte comune nei confronti di una persona che nessuno dei due sopporta. Inoltre il gossip sembra avere dei benefici su chi lo pratica perché aumenterebbe la pacatezza, la riflessività e soprattutto l’autostima. Paradossalmente quindi le persone si sentono più unite quando parlano male di qualcuno piuttosto che quando sono costrette a fare dei complimenti alle persone che in realtà non sopportano.

Il gossip fa bene anche a livello sociale

Dal punto di vista sociale spettegolare favorisce la coesione sociale e consente la creazione di un’identità condivisa, cosa che sembra sia risaputa ormai da molto tempo. Ciò infatti sostiene diverse funzioni sociali molto importanti, come per esempio il bisogno che, come esseri umani, abbiamo di narrazione. Parlare e raccontare storie fa parte della natura umana e senza queste attività non potremmo entrare in contatto con gli altri membri della nostra specie. Nascono così i legami, favorendo anche la creazione di cerchie ristrette (come i gruppi di amici) in cui si custodiscono anche i segreti propri ed altrui. Spettegolare permette anche di esercitare la propria morale esprimendo un giudizio su quanto si apprende sugli altri.

Il motivo principale che però sembra spingere le persone a fare gossip sarebbe la creazione di gerarchie. Parlar male di qualcuno infatti sminuisce l’altro, gli toglie valore screditandolo. In questo modo chi parla male di qualcuno acquista credibilità e per certi versi anche stima e potere. Inoltre il gossip crea legami sociali, rafforza quelli già esistenti e soprattutto permette di rinforzare il concetto di reputazione, fondamentale nella società nella quale oggi viviamo.

Ma cosa succede alla vittima del pettegolezzo?

Indubbiamente parlar male di qualcuno è meglio che ritrovarsi nei panni di chi viene screditato. Non è infrequente però che i ruoli si invertano e le conseguenze di ciò che viene detto possono essere più o meno gravi. Ci sono casi particolarmente gravi nei quali le persone diffondono vere e proprie calunnie sugli altri, spesso con il solo scopo di ferirli o danneggiarli. In queste situazioni le conseguenze sono molto gravi e spesso la vittima necessita di un sostegno psicologico per poter superare il ‘trauma‘ che ha vissuto. Si tratta di casi estremi quali mobbing e bullismo perché generalmente il pettegolezzo non produce effetti così devastanti.

mobbing
Sia il mobbing sia il bullismo sono ‘forme di gossip’ che hanno serie conseguenze per le vittime.

Al di là delle situazioni più gravi, sembra che in alcune situazioni la vittima del pettegolezzo possa addirittura beneficiarne. Essere il fulcro di una conversazione infatti consente di acquisire una certa importanza ed una certa centralità sociale perché evidentemente c’è qualcosa di interessante di cui parlare che riguarda questa persona.

L’importanza della reputazione

La reputazione è di fondamentale importanza all’interno della società nella quale viviamo perché permette di stabilire rapporti positivi basati sulla fiducia. La teoria del mantenimento delle norme gruppali cerca di spiegarne l’importanza. La reputazione dipende dalla capacità di sostenere e mantenere nel tempo norme cooperative gruppali; in questo caso quindi si valorizza il raggiungimento degli obiettivi del gruppo. Secondo questa teoria coloro che violano le norme vantaggiose per tutti i membri del gruppo vengono puniti.

La teoria dello scambio sociale invece sostiene che una buona reputazione favorisca lo sviluppo di relazioni personali vantaggiose, basate sulla fiducia e volte al raggiungimento di benefici personali. Coloro che agiscono contro gli altri o che sono poco produttivi vengono puniti. Entrambe le teorie sono valide, ma assumono un valore predittivo diverso in base alla situazione che si considera. La teoria dello scambio sociale ha però ottenuto maggiori conferme dal punto di vista empirico, quindi sembrerebbe che la reputazione sia legata prevalentemente alla promozione di relazioni personali vantaggiose e di scambi reciproci.

Martina Morello

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteGarfield: è cavia o sperimentatore nel condizionamento operante di Frederic Skinner?
Prossimo articoloIl lavoro che ci segue anche in bagno: cos’è il workaholism?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.