Durante gli ultimi 4 mesi, giornali, programmi tv e radio hanno insistentemente discusso e criticato Sfera Ebbasta. A dicembre scorso è accaduta la nota tragedia di Corinaldo, prima di un concerto del rapper, episodio che curiosamente ha intromesso l’artista stesso nell’occhio del ciclone. Sfera Ebbasta è presto stato preso di mira per il presunto contenuto dei suoi testi, spostando l’attenzione più che sulla futilità che ha causato la tragedia stessa, sul noto esponente hip hop.

Sfera Ebbasta e Mademoiselle

Sfera Ebbasta, dopo mesi di silenzio e indifferenza nei riguardi delle critiche (dimostrando quantomeno maturità), ha risposto la scorsa notte con un il suo nuovo singolo “Mademoiselle”. Con la canzone in questione, il rapper si pone come obbiettivo una pungente provocazione nei confronti di chi, senza validi motivi, gli è andato contro duramente, ponendolo come causa diretta dei cattivi atteggiamenti degli adolescenti italiani. Il nuovo singolo dell’artista di Cinisello non è, a dire il vero, troppo incisivo, ma i concetti sono solidi e vi era una soffocante necessità di fare chiarezza su cosa sia davvero “male” per i giovani. Il testo, destinato di sicuro a generare nuove repliche qualunquiste, presenta uno Sfera Ebbasta stufo di essere considerato inadeguato per i ragazzi per un motivo che semplicemente maschera ciò che è diventato essere genitori in Italia.

Benjamin Malaussène, colpevole..di mestiere

Benjamin Malaussène è un personaggio immaginario, creato dalla mente geniale di Daniel Pennac per il “Ciclo di Malaussène”. Benjamin è presentato dall’autore come un giovane intelligente, creativo e intraprendente, deluso però dal fatto che non riesca ad ottenere un lavoro stabile, pur essendo colto e laureato. Curiosamente, riesce a trovare lavoro come “capro espiatorio”, ovvero allorquando nei plessi dove lavora, un cliente pone delle lamentele, lui assume la colpa e commisera a tal punto il cliente stesso da fargli disperdere l’attenzione. Molto spesso, però, Benjamin va incontro a varie disavventure a causa di questo impiego, che lo rende parodia della società stessa in cui vive.

Sfera Ebbasta è Malaussène della musica italiana?

Le vicende pittoresche di Benjamin Malaussène, rimarcando che rappresentino finzione, sono clamorosamente paragonabili a quelle di Sfera Ebbasta. Il rapper italiano è diventato un vero e proprio capro espiatorio per nascondere la vera causa dei problemi dei giovani ragazzi italiani. Sfera qualche giorno fa ha dichiarato che non è per colpa sua se i ragazzi in Italia si drogano, assumono alcool o comportamenti scorretti in pubblico. Ciò va dritto al punto della questione, il vero problema dei ragazzi è chi li cresce, in tutti i sensi. Gli adolescenti problematici italiani, lo sono diventati a causa di disagi familiari, di genitori troppo permissivi, di scarsi stimoli scolastici, di nulle prospettive di lavoro, di grandi problemi economici. Il problema sono i rapporti interpersonali, la sfera pubblica e sociale, non Sfera Ebbasta.

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’Utopia come sogno e critica della realtà: tra Robert Owen e Star Trek
Prossimo articoloNulla è reale, tutto è lecito: il Credo degli Assassini secondo Berger e Luckmann

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.