“Il potere inebria”. Così ha aperto il discorso il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, schierandosi con le autorità indipendenti.

Ebbene ha ragione: il capo dello Stato ha espresso una logica stringente dal punto di vista psicologico.

Cosa succede nella mente di un soggetto che ha potere?

Questa parola racchiude in sé, tante accezioni e sfumature: il potere può essere il denaro, il comando, la possessione di qualcosa che è vista preziosa dal possessore.

Il nostro cervello difende ciò che fa parte dell’ intimità di colui che possiede un bene. Lo psicologo Edward Thorndike ha espresso  la “teoria del piacere”: se una qualsiasi cosa porta giovamento, essa sarà ripetuta e dunque difesa dalla mente di un soggetto.

Il possedere un qualcosa, anche la più stupida, innesca nel pensiero del personaggio un meccanismo che, se non controllato, porta ad un abuso del suddetto potere.

Ad esempio, se siamo capi di un’ azienda e un nostro dipendente non ci va a genio, inizia il comune processo di mobbing.

Oppure, se siamo detentori di una grande ricchezza pecuniaria, se non controlliamo bene il nostro piacere verso il denaro, ne desideriamo ancora di più, addirittura attuando affari loschi o ricercando prestazioni sessuali in cambio di altro denaro.

Purtroppo, il potere, nelle situazioni più gravi, può diventare una vera e propria droga.

C’è una scappatoia a tutto questo? Sì!

Bisogna non farsi trascinare da esso e utilizzarlo come se non ci fosse, attuando comunque una vita agiata restando umili e pensando che ci sono persone che non lo hanno e che nemmeno lavorando una vita intera raggiungeranno tali traguardi.

Mettiamo una mano sulla coscienza, invece di bramare ancora di più.

Talvolta, le persone che possiedono qualcosa di valore, che sia materiale o metaforico, tendono a crogiolarsi e cullarsi nella loro condizione, depersonalizzandosi completamente e diventando solo degli Zio Paperone.

La ricchezza d’ animo è più importante.

Concludo con un proverbio francese: “L’ argent ne fait pas le bonheur” (I soldi non danno la felicità).

Potere

Mattia Mancini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.