Gli animali selvatici spendono la maggior parte del loro tempo a procacciarsi il cibo e cercare di sopravvivere. In condizioni di cattività non c’è più necessità né di cacciare né di evitare i predatori. Spesso gli animali in cattività, quindi, si trovano stressati. La condizione diventa tanto più importante quanto più l’animale mostra un’intelligenza superiore. I delfini, per esempio, sono tra i pochi mammiferi marini tenuti in cattività. Gli svaghi più comunemente forniti sono cerchi di plastica con cui giocare e l’interazione umana. Qualcos’altro però potrebbe essere addirittura più efficace: la cara vecchia televisione

All’interno del Dolphins Plus Marine Mammal Responder in Key Largo in Florida si è cercato di vedere che effetto potesse avere la televisione sui delfini. Nel tentativo di intrattenere gli animali, i guardiani hanno piazzato delle televisioni all’interno delle vasche. I ricercatori hanno quindi osservato le reazioni dei delfini non solo al programma proiettato solo per loro, ma anche a TV spenta o in esemplari particolari.

Il setup dell’esperimento. Sulla destra, due delfini guardano la televisione fonte

I delfini erano tutti incuriositi dalla nuova aggiunta alla vasca. Tuttavia, si sono rivelati veramente interessati solo quando la TV era accesa. Sono stati trasmessi vari programmi da National Geographic a cartoni moderni, come Spongebob. Nonostante però Spongebob si svolga in fondo al mare, i delfini non hanno mostrato preferenze per dei programmi particolari. Erano solo interessati al fatto che le televisioni fossero accese. Anche i delfini con problemi di udito sembrano gradire la novità.

Rabbia e rispetto gerarchico: la dura legge del televisore

Ci sono però aspetti più interessanti. Molti delfini, soprattutto i maschi, hanno mostrato rabbia, verso la televisione. I ricercatori ipotizzano che sia perché siano frustrati di non potere interagire con il mezzo. Oppure perché le immagini non rispondessero alle loro provocazioni. Ad ogni modo, i ricercatori hanno anche notato che il tempo davanti la televisione, veniva assegnato per via gerarchica. I delfini con un rango gerarchico più elevato, non venivano mai scalzati dalla loro postazione preferenziale. Allo stesso tempo, però, i ricercatori hanno notato che le specie di delfini con un comportamento sociale più spiccato, tendevano a stare poco davanti la televisione. Dato che la TV non permette né interazione né un’attività di gruppo, infatti, ha meno attrattiva nelle specie che prediligono passare tempo con i propri simili.

I primati, invece, preferiscono guardare la TV

L’ultimo dato è in netto contrasto con quanto accaduto durante la sperimentazione con le scimmie. I primati, infatti, sembrano preferire la televisione, rispetto ad attività sociali. Questo dato è particolarmente interessante per l’uomo. I cetacei si sono staccati dai mammiferi terrestri circa 38 milioni di anni fa, vivendo da allora esistenze diverse, ma accomunate da una forte evoluzione del sistema nervoso. Studiare come le due intelligenze si differenziano può sicuramente aiutarci a capirle.

CONDIVIDI
Articolo precedentePerché siamo tutti inutili di fronte ad Hegel
Prossimo articoloScie chimiche: fantasie antiscientifiche di complottisti poco informati
Laureato in scienze biologiche. Scrivo di biologia, medicina, occasionalmente fisica e problematiche varie. Eclettico e con una passione per la divulgazione. Cerco di scrivere in modo che tutti possano comprendere almeno il messaggio fondamentale dell'articolo, senza essere del settore e senza scendere troppo nei tecnicismi, cercando allo stesso tempo di non sacrificare l'accuratezza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.