“È piattaaaa!”

Ebbene sì signori, la terra è piatta! La NASA ci prende in giro da sempre, viviamo in Matrix, l’Australia non esiste, Einstein era un ebete e sulla barriera di ghiaccio mangiano terra. La sconvolgente verità a cui siamo stati sottoposti, da parte dei terrapiattisti, ha lasciato tutti basiti. Il fatto più grave non deriva tanto dalle loro teorie, bensì dalla gente che crede a queste fesserie. Tutte le loro “teorie”, infatti, sono basate su metodologie senza alcuna validità scientifica, considerano le avanguardie della scienza come il prodotto di scellerati satanisti e ripudiano secoli di scienza vedendo le cose a modo loro. Vediamo, quindi, quali sono le teorie dei terrapiattisti e come queste sono confutate dalla scienza.

Come confutare un terrapiattista

 

La teoria dei terrapiattisti si basa su una terra che presenta la forma di un disco sopra il quale ruotano i due corpi celesti che alternano il giorno e la notte: il Sole e la Luna.

Immagine correlata

Attraverso quest’immagine si può notare come essa rappresenti al meglio il concetto espresso da coloro che reputano la terra piatta. Non esiste un sistema solare, il sole e la luna girano sulla terra come se ci fosse una cupola al di sopra di essa. Sarebbe una verità sconvolgente, peccato che non ha senso. Il problema che i terrapiattisti sembrano non curarsi è data dal fatto che il sole, presentando questa determinata orbita e posizione rispetto alla terra, dovrebbe illuminare tutti i continenti contemporaneamente, poiché la luce solare è irraggiata in ogni direzione. Così facendo sarebbe impossibile l’alternarsi del giorno e della notte. Rimanendo sul filone astronomico, altra tesi che sfaterebbe il mito della terra piatta è data dal fenomeno dell’eclissi lunare. Durante questo fenomeno, la terra si interpone tra il sole e la luna, proiettando quella che è la sua ombra sulla luna stesa. Come tutti ben vediamo, l’ombra proietta è quella della curvatura del pianeta, e non quella di un sottile disco visto di profilo come si ci aspetterebbe da una terra piatta.

Seguendo le altre infondate teorie, frutto del complottismo presente anche nei calzini che scompaiono durante il lavaggio del bucato, analizziamo quelle che vengono considerate le “bugie dei satanisti della NASA”, malvagi photoshoppatori che ci ingannano ogni giorno con le loro finte missioni. Secondo i seguaci della verità, le missioni spaziali, dall’allunaggio alle sonde su Marte, sarebbero soltanto delle semplici messe in scena, frutto del ruolo di centinaia di attori che hanno finto di aver scoperto qualcosa od esplorato il suolo lunare andando sulla luna. Peccato che sono presenti anche delle immagini che immortala la sonda e le strumentazioni presenti sulla superficie

La stessa esistenza dei satelliti sarebbe inventata, che secondo la “NASA”, sono alla base delle telecomunicazioni, delle triangolazioni trigonometriche dei GPS e delle previsioni meteo.

Risultati immagini per salame nello spazio

Dato che i terrapiattisti considerano satanisti i membri della NASA, ci prendiamo la libertà di definire “satanisti” i produttori di salame e l’alimento satanico per eccellenza, la pizza. Da questi video è possibile vedere come la curvatura terrestre si ben visibile. Perchè dal livello del mare non riusciamo a vedere la curvatura? Questo effetto ottico è data dalla ridotta dimensione umana rispetto al raggio della terrà. Dato il raggio terrestre di poco più 6000 km (calcolato già da Eratostene nel 234 a.C. con molta accuratezza) e l’altezza media di un uomo di circa 1,70 m, il punto ottimale per vedere la curvatura è ad un’altitudine di circa 20 km. Rimanendo sul tema dell’orizzonte, già dall’antichità, durante le navigazioni in mare aperto,  i viaggiatori che viaggiavano verso sud vedevano le costellazioni meridionali salire più in alto rispetto all’orizzonte: ciò è possibile solo se l’orizzonte di chi sta più a sud forma un certo angolo con l’orizzonte di chi sta più a nord, Pertanto la superficie della Terra non può essere piatta.

Ricordate il famoso videogioco degli anni ottanta in cui la creaturina gialla doveva mangiare i puntini e sfuggire ai mostri che la rincorrevano? Il labirinto entro il quale si muoveva Pac-Man aveva delle aperture lungo i bordi, varcando le quali ricompariva di colpo dalla parte opposta dello schermo.  Sulla Terra, secondo i terrapiattisti, le cose funzionano allo stesso modo: una volta raggiunti i bordi, gli aerei, come fossero enormi Pac-Man, scompaiono per poi riapparire dalla parte opposta. Per giustificare la sua teoria,  richiamano addirittura la relatività generale di Albert Einstein, sostenendo che l’effetto Pac-Man sarebbe dovuto al fatto che “lo spazio-tempo si ripiega su se stesso”.

Vi lasciamo con una frase dello stesso Einsten:

 Solo due cose sono infinite, l’universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima “

1 commento

  1. Però ragazzi, un titolo del genere mi ha mandato un brivido lungo la spina dorsale. Se non posso fidarmi di voi, allora di chi?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.